Home :: Ambiente :: Giardino :: Piatti :: Dove siamo :: Contatti

Dietro la collegiata é il parco di Pratogiano con i suoi crotti, tipiche costruzione sorte attorno a uno spiraglio d'aria corrente ("il sorél"), alla temperatura di 6-10 gradi sopra zero costante tutto l'anno, ideale per far maturare vino, salumi, formaggi e amicizie, visto che i crotti sono anche luoghi ideali per trascorrere ore serene con familiari ed amici.

Ad un centinaio di distanza é il Pretorio, decorato da stemmi ed iscrizioni dei commissari che i dominanti grigioni inviarono a Chiavenna ogni 2 anni per quasi 3 secoli, fra il XVI e il XVIII. Siamo nel cuore del centro storico, rinato dopo che i Grigioni avevano bruciato il borgo nel 1486. E' per difendersi da loro che due anni dopo Ludovico il Moro lo cinse di mura, ma i Grigioni, dopo che nel 1512 si erano impadroniti della valle come dell'adiacente Valtellina, autorizzarono i privati ad addossarvisi con le loro abitazioni, dando origine al pittoresco scorcio di case sul fiume Mera. Le vie del centro sono delimitate da case a schiera rinascimentali, con un susseguirsi di portali in pietra oliare recanti date e scritte religiose, mentre le piazzette sono ingentilite da fontane ricavate dalla stessa pietra.